FreeSync vs G SYNC – Che cos’è?

Se stai cercando di acquistare un monitor con una frequenza di aggiornamento elevata, batte 144 curve o 240 Hertz. Allora avrai notato come la maggior parte di questi monitor sia una di queste due caratteristiche. FreeSync e G Sync. Ma in cosa consistono queste tecnologie? In che modo sono diversi l’uno dall’altro? E soprattutto cosa è meglio dell’altro? Se questi sono i tipi di domande che ti hanno infastidito, sei arrivato nel posto giusto. In questo articolo, discuteremo della sincronizzazione gratuita rispetto alla sincronizzazione G e risponderemo a tutte queste domande e altro ancora.

Cos’è Free Sync vs G Sync?

La sincronizzazione gratuita e la sincronizzazione g sono note come tecnologie di sincronizzazione adattiva. Servono come alternative all’opzione Vsync che puoi trovare nei menu grafici di molti videogiochi. Ora, se non sei sicuro di cosa fa Vsync, ecco una rapida carrellata.

Ha tutto a che fare con il monitor. Una frequenza di aggiornamento del monitor misurata in hertz determina quanti fotogrammi il monitor può visualizzare ogni secondo.

In teoria, questo agisce come un forte tocco sul tuo FPS o frame al secondo. Anche se la tua GPU potrebbe essere in grado di eseguire il rendering di 80 FPS in un determinato gioco. Un monitor 60Hertz può scorrere solo 60 di quei fotogrammi ogni secondo. Questo squilibrio, tuttavia, di solito non è così amichevole come lo abbiamo appena descritto.

Breve descrizione di cosa fa Vsync?

In questo esempio, la GPU sta attivamente spingendo affinché quegli 80 frame vengano visualizzati su un monitor. Anche se il monitor fisicamente non può gestirlo. Il risultato di questa relazione disfunzionale è ciò che chiamiamo screen tearing. Questo proprio lì, sì, nessuno lo vuole ed è qui che entra in gioco Vsync.

Lo scopo di Vsync è imporre effettivamente un limite massimo al tuo FPS. In modo da non dover separare lo schermo strappato durante il gioco. E questo funziona perfettamente sui monitor 60Hertz. Se la tua GPU è in grado di gestire 60 fps stabili, è quello che hai. In caso contrario, ridurrà il limite a 30 fps.

Sfortunatamente, la situazione non è così semplice con frame rate e frequenze di aggiornamento più elevati. Problemi comuni con Vsync includono balbuzie e input lag, nessuno dei quali è desiderabile se hai già fatto di tutto per acquistare un monitor 144Hertz o 240Hertz.

La differenza fondamentale tra Free Sync vs G sync vs Vsync

Quindi Nvidia e AMD hanno deciso di creare le proprie tecnologie di sincronizzazione adattiva. Nvidia ha creato g-sync e AMD ha reso la sincronizzazione gratuita. Ora ci sono sicuramente alcune differenze fondamentali tra queste due tecnologie. E ci arriveremo tra un po ‘. Ma in sostanza, realizzano la stessa cosa. Mentre Vsync limita la tua GPU in modo che rimanga in linea con la frequenza di aggiornamento dei monitor.

La sincronizzazione adattiva adatta la frequenza di aggiornamento all’FPS. diciamo ad esempio che la tua GPU può eseguire un certo gioco mantenendo un costante da 70 a 90 FPS. Vsync lo limiterebbe a soli 60 FPS. Ma le tecnologie di sincronizzazione adattiva assicurerebbero che il monitor si aggiorni da 70 a 90 Hertz quando l’FPS fluttua.

Quindi puoi pensarlo come una danza con la GPU e monitorare come partner. Quando ballano su Vsync il monitor fa il salto. Ma quando la band inizia a suonare la sincronizzazione adattiva, la GPU prende il comando, il che garantisce prestazioni migliori.

Cosa li rende unici? Sincronizzazione gratuita vs sincronizzazione G.

Ora che sappiamo cosa hanno in comune queste due tecnologie di sincronizzazione adattiva. Diamo un’occhiata e vediamo cosa rende ognuno di loro unico. Per i principianti sia la sincronizzazione gratuita che la sincronizzazione g sono limitate dalla selezione di GPU. Di norma, i monitor di sincronizzazione gratuita e sincronizzazione gratuita possono funzionare solo se si utilizza una GPU AMD. E la sincronizzazione G è praticabile solo se abbinata a una GPU NVIDIA.

Alcuni monitor di sincronizzazione gratuita compatibili con G-sync sono stati rilasciati di recente, quindi ci sono eccezioni a questa regola. Ma sono ancora molto solo questo, le poche eccezioni.

Successivamente, affinché una di queste tecnologie funzioni, i monitor devono utilizzare moduli scaler. Inutile dire che AMD e NVIDIA hanno approcci diversi al modo in cui vengono implementati questi moduli scaler.

Requisito OEM

Nvidia richiede agli OEM di utilizzare i loro scalari proprietari quando realizzano i monitor di sincronizzazione G. Questo è il motivo per cui i monitor di sincronizzazione G finiscono per essere molto più costosi delle loro controparti di sincronizzazione gratuita. Gli OEM devono concedere in licenza la tecnologia e acquistare i costosi moduli scalari direttamente da Nvidia.

In alternativa, AMD adotta un approccio più aperto. Gli OEM sono liberi di utilizzare qualsiasi modulo scalare desiderino e non devono nemmeno pagare AMD per le licenze per implementare la sincronizzazione gratuita nei loro monitor. Questo è il motivo per cui i monitor di sincronizzazione gratuiti sono molto più convenienti. In particolare, i monitor di sincronizzazione gratuiti supportano solo un intervallo di frame rate specifico. Ciò significa che alcuni monitor di sincronizzazione gratuita funzioneranno solo in un intervallo di frame rate compreso tra 40 e 75 FPS. Mentre altri possono funzionare nell’intervallo da 30 a 144 FPS e così via.

Questo è il risultato diretto della decisione di AMD di non imporre un rigoroso controllo di qualità come fa Nvidia. Quindi, quando acquisti un monitor di sincronizzazione gratuito, assicurati sempre di controllare l’intervallo di frequenza dei fotogrammi specificato dal produttore.

D’altra parte, poiché Nvidia obbliga gli OEM a utilizzare i loro moduli scalari proprietari, i monitor g-sync non hanno restrizioni sulla frequenza dei fotogrammi e quant’altro. In effetti, questo rigoroso controllo di qualità garantisce anche altri vantaggi collaterali. Come la riduzione del motion blur, l’eliminazione del ghosting e l’overclock del monitor più semplice.

Sincronizzazione gratuita vs sincronizzazione G Conclusione

Quindi quale di queste tecnologie di sincronizzazione adattiva è migliore? Ebbene G sync è sicuramente la tecnologia superiore da un punto di vista oggettivo. Ma il punto di vista oggettivo non è sempre quello che utilizzerai. Non significa squat se stai lavorando con un budget. In tal caso, la sincronizzazione gratuita è la scelta migliore. Quindi la cosa più importante da tenere a mente è che in entrambi i casi ottieni ciò per cui hai pagato. Se hai i soldi per acquistare un monitor g-sync, lo apprezzerai per tutti i suoi vantaggi extra. Ma in caso contrario, un monitor di sincronizzazione gratuito ti farà comunque risparmiare un sacco di mal di testa purché ne ottieni uno adatto alla gamma di frame rate desiderata.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *