Come aumentare gli fps sul tuo PC da gioco

Hai messo insieme tutti i componenti del tuo rig con l’aiuto della nostra migliore guida allo sviluppo per PC da gioco, installato il tuo sistema operativo e sei pronto per iniziare a giocare, ma ci sono alcuni passaggi che vorrai fare prima di te tuffati nel tuo gioco preferito. Ecco la nostra guida all’ottimizzazione del PC, con alcuni passaggi che vorrai eseguire per la migliore esperienza del PC, aiutandoti ad aumentare gli fps nei giochi e in generale a rendere il tuo sistema molto più scattante.

Questa potrebbe essere la parte meno eccitante della build, ma è essenziale ottenere il massimo dai componenti costosi che hai amorevolmente incorporato nel tuo nuovissimo PC da gioco. Ma non preoccuparti, non ci vorrà molto per alzarti e giocare.

I nuovi PC non funzionano per sempre senza problemi e rallenteranno nel tempo senza alcuna manutenzione. Dall’altro lato della stessa medaglia, potresti provare a migliorare le prestazioni del tuo PC che sta andando un po ‘. Qualunque sia il campo in cui ti trovi, seguire questi passaggi dovrebbe dare anche al tuo vecchio PC da gioco una prospettiva di vita.

1. AGGIORNA I TUOI DRIVER DELLA SCHEDA GRAFICA

L’aggiornamento del driver della scheda grafica è uno dei modi più semplici per sfruttare appieno le migliori schede grafiche e aumentare gli fps. Vengono rilasciati regolarmente, portando nuove funzionalità, aggiornamenti delle prestazioni e ottimizzazioni per i giochi più recenti.

Che tu abbia una scheda grafica AMD o Nvidia, tutto ciò che devi fare è visitare i loro siti per scaricare rispettivamente Radeon Adrenalin o GeForce Experience. C’è anche la possibilità che tu abbia già installato questo, che puoi controllare nella barra delle applicazioni di Windows se stai utilizzando il sistema operativo Microsoft. Una volta installato, sarai in grado di rilevare automaticamente quando viene rilasciato il driver più recente per la tua scheda grafica, sostituendo quello vecchio.

2. OTTIMIZZA LE TUE IMPOSTAZIONI NEL GIOCO

Se hai provato tutte le ottimizzazioni possibili e ancora non ottieni i fotogrammi desiderati, ti consigliamo di ridurre le impostazioni grafiche nei tuoi giochi per aumentare gli fps. Alcune impostazioni generali particolarmente impegnative nei giochi includono Render Distance e Texture Quality. Anche l’abbassamento della risoluzione dello schermo è un’opzione: scegli il ridimensionamento della risoluzione se il gioco lo ha come opzione, permettendoti di eseguire i giochi a una risoluzione inferiore, mantenendo l’HUD ei menu alle loro risoluzioni native, il che può sembrare piuttosto spiacevole se non lo sono mantenuto alla risoluzione nativa.

Se hai una combinazione SSD e HDD, vorrai sempre che Windows sia installato sull’SSD, quindi qualsiasi altro gioco che beneficia delle velocità a stato solido più elevate se c’è spazio – menzione speciale a Cyberpunk 2077, che consiglia un SSD per il esperienza attesa.

3. DEFRAMMENTATE IL VOSTRO DISCO RIGIDO

Consigliamo sempre di eseguire il miglior SSD per i giochi se vuoi che i tuoi giochi funzionino velocemente, ma se stai ancora eseguendo le cose da un disco rigido meccanico, dovrai deframmentarlo quando possibile. Se si utilizza solo un SSD ad alta capacità, invece, la deframmentazione non è necessaria: i dati distribuiti su diversi settori di un’unità a stato solido non rallentano le velocità di accesso perché non è presente una testina fisica, come su un disco rigido.

DEVI DEFRAMMENTARE IL TUO DISCO RIGIDO UNA VOLTA AL MESE, CHE PUOI IMPOSTARE AUTOMATICAMENTE

Man mano che i dati vengono aggiunti e rimossi su un disco rigido convenzionale, gli spazi sul disco vengono separati. Se poi viene aggiunto un nuovo file, i suoi dati potrebbero essere frammentati su più settori dell’unità, aumentando il movimento della testina del disco, abbassando la velocità di accesso che porta a tempi di caricamento più lunghi nei giochi o durante il caricamento di qualsiasi file in generale sul tuo PC .

La deframmentazione dovrebbe essere eseguita una volta al mese, idealmente: sposta tutte le parti dei file di sistema in un settore e raggruppa tutto lo spazio vuoto sull’unità. Ciò riduce la distanza che la testina del disco deve percorrere per aprire un file poiché è tutto in un posto, accelerando i tempi di accesso. È davvero semplice su Windows 10: basta digitare “deframmentazione” e premere Invio nel menu di avvio, selezionare l’unità che si desidera deframmentare, quindi fare clic su Ottimizza. Puoi anche impostare Windows per eseguire automaticamente la deframmentazione.

4. CONTROLLA LE TUE APPLICAZIONI IN BACKGROUND EI PROCESSI DI AVVIO

Si consiglia di chiudere tutte le applicazioni in background non necessarie prima di eseguire i giochi, soprattutto se si dispone di una quantità limitata di RAM. I browser Web come Chrome e Firefox ne utilizzano una quantità sorprendentemente elevata: se hai una dozzina di schede aperte, potresti vedere oltre 2 GB di RAM utilizzati. Potresti prendere in considerazione l’aumento della capacità della ram nel tuo PC se stai davvero lottando.

Dai anche un’occhiata a quali applicazioni si aprono all’avvio che possono ostacolare i tempi di avvio – Premi ‘Ctrl + Maiusc + Esc’ per accedere al task manager, vai alla scheda ‘Avvio’ e disabilita tutti i programmi che non vuoi aprire quando lo fai avvia il tuo PC. Task Manager ti mostrerà anche quanta RAM stai utilizzando in un dato momento.

 

5. OVERCLOCK DELLA RAM

Oltre a controllare la capacità di memoria che stai utilizzando, dovresti anche controllare la velocità della tua RAM. Come avrai intuito, più grande è il megahertz, più veloce sarà la tua memoria, ma non è così semplice come acquistare stick DDR4 da 3.200 MHz e semplicemente inserirli. Per tenere conto di diverse schede madri, la RAM spesso è impostata su un valore inferiore velocità, come 2.133 MHz, che richiede di overcloccare alla velocità prevista.

LA RAM DI SOLITO È IMPOSTATA SU UNA VELOCITÀ INFERIORE FINO A QUANDO NON LA SI OVERCLOCCA MANUALMENTE, IL CHE È PIÙ FACILE CHE MAI

Se la tua scheda madre può supportare una RAM più veloce, puoi configurare i tuoi profili di memoria nel BIOS, a cui puoi accedere quando avvii il tuo PC da gioco toccando uno dei tasti Fn o Canc: dovrebbe dirti quale tasto premere per il tuo sistema. Una volta esclamato che ci sei, proprio come un hacker in un film degli anni ’90, vai alla scheda di overclock nel tuo BIOS e abilita ‘XMP’ per abbinare i MHz a ciò che supporta la tua RAM.

Mentre sei nel BIOS, potresti anche impostare la velocità della ventola, poiché mantenere le cose fresche consente ai tuoi componenti di lavorare di più e ai tuoi giochi di funzionare in modo più fluido. Molti BIOS hanno profili di curva della ventola in modalità prestazioni / silenziosa, con il primo che mantiene basse le temperature e previene il throttling a scapito del ronzio più forte di ciascuna ventola. Oppure, se stai cercando di overcloccare la tua CPU, potresti andare avanti e impostare manualmente la ventola della CPU più in alto.

 

6. ESEGUIRE UN AGGIORNAMENTO DEL BIOS

A proposito del BIOS, quando dovresti considerare di aggiornarlo? Questa è una di quelle cose in cui “se non è rotto, non aggiustarlo”. L’aggiornamento del BIOS senza motivo non ti comprometterà alcuna prestazione e se durante un aggiornamento del BIOS la tua alimentazione dovesse spegnersi, c’è sempre il rischio che la tua scheda madre possa essere bloccata, quindi aggiorna solo se stai riscontrando bug documentati, o per abilitare il supporto di nuovo hardware, come AMD che aggiunge il supporto per CPU Zen 3 sulle schede madri della serie 400 .

Sebbene le interfacce possano differire per scheda madre, è una procedura abbastanza simile su tutta la linea. Le utilità flash USB del BIOS, che consentono di aggiornare senza nemmeno una CPU o una tastiera / mouse collegati, erano riservate solo alle schede madri di fascia più alta, ma la maggior parte delle schede madri negli ultimi anni lo supporta ora – tuttavia, non ci vuole rischio di un aggiornamento del BIOS, ma è perfetto se è necessario aggiornare il BIOS per supportare i processori più recenti e non si dispone di un ricambio compatibile in giro.

Se è necessario, è un processo piuttosto semplice: vai al sito Web del produttore della tua scheda madre, trova la tua scheda madre e scarica l’ultimo aggiornamento su un’unità USB vuota. Dovrai quindi avviare il PC e accedere al BIOS, cercare i dispositivi disponibili, selezionare l’unità USB con l’aggiornamento, quindi lasciare che faccia il suo lavoro.

A volte, nessuna quantità di ottimizzazione ti consentirà di eseguire bene gli ultimi titoli. È importante assicurarsi di soddisfare i requisiti minimi di sistema e aggiornare i componenti se manca un reparto. Se non vuoi investire i soldi in un aggiornamento della CPU , tuttavia, puoi semplicemente imparare come overcloccare la CPU e la GPU per spremere alcune prestazioni extra dal tuo PC da gioco, anche se funziona meglio quando il tuo processore è accoppiato con il miglior dispositivo di raffreddamento della CPU .

Ma si spera che, una volta completati tutti i passaggi precedenti, dovresti avere un PC da gioco ben sintonizzato seduto di fronte a te, pronto per andare a giocare agli ultimi titoli su Steam, Uplay, GOG, Origin o qualsiasi piattaforma preferisci . Non dimenticare di procurarti il  miglior monitor da gioco  con un’elevata frequenza di aggiornamento in modo da poter vedere l’aumento dei frame. L’unica cosa che resta da dire è buona fortuna, buon divertimento!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *